Type to search

Storytelling

Mauro Nespoli medaglia d’argento tiro con l’arco Tokyo 2020. Intervita di Marco Mazzocchi.

Storytells Set 22

Voghera dedica un pomeriggio al suo arciere, l’atleta Mauro Nespoli tornato vincitore dalle Olimpiadi Tokyo 2020. Un’evento presso il castello della città ed una simpatica intervista condotta da Marco Mazzocchi, giornalista e conduttore televisivo.

Mauro Nespoli arciere e campione Olimpico

Una medaglia d’argento che pesa 24 anni di allenamenti, sacrifici e milioni di frecce scoccate. Mauro Nespoli è un arciere italiano e la medaglia d’argento vinta nella gara individuale alle Olimpiadi di Tokyo del 2020 è solo l’ultima delle sue imprese.

Marco Mazzocchi giornalista, Paola Garlaschelli sindaco Voghera, Simona Virgilio assessore e Mauro Nespoli

E’ stato vincitore anche della medaglia d’argento nella gara a squadre alle Olimpiadi di Pechino del 2008 e della medaglia d’oro nella gara a squadre alle Olimpiadi di Londra del 2012. A Tokyo l’argento è arrivato dopo una dura sfida con il turco Gazoz. “Non è un oro perso ma un argento vinto” ha commentato Mauro Nespoli. “È solo l’inizio, Montano ha insegnato che si può andare ancora avanti tanto nella scherma, figuriamoci nel tiro con l’arco, non c’è limite. Guardo avanti fino al 2032”.

Mauro Nespoli accolto dai cittadini vogheresi per gli autografi di rito

La formula dell’intervista di Mazzocchi fa leva sulle immagini dei ricordi pubblicati da Nespoli su Instagram per ripercorrere i momenti che stanno caratterizzando di più la vita dell’arciere. Una visione non solo sportiva ma anche più umana. Si apre lo scrigno delle sue passioni, dalla cucina al tifo sfegatato per la Ferrari eridatato dal padre, i viaggi e la vita da sportivo dietro le quinte.

Mauro Nespoli fa provare Marco Mazzocchi a tirare con l’arco

La cornice il castello visconteo e la gente venuta per salutarlo e ringraziarlo. Tanti i giovani per un autografo. L’arco una passione che lo ha travolto già dall’età di dieci anni complici il famoso cartone animato Robin Hood e il richiamo del proibito data l’avversione della madre verso ogni tipo di arma.

Il pubblico al castello di Voghera per l’intervista di Mazzocchi a Nespoli

Oggi a 32 anni allenandosi scocca più di 400 frecce al giorno. “Andrò avanti a gareggiare e deciderò io quando sarà il momento di fermarmi” dice Mauro, perchè a Parigi 2024 e Los Angeles 2028 ci sarà.

Tags:

Lascia un Commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con un *